Friday, November 10, 2006

Gestalt



La recentissima Newsletter n.6 della learning community del Centro Studi di Terapia della Gestalt, a pagina 18, pubblica Quando poi, cadendo, poesia tra le più antiche del libro, nata pensando ai Soldati ungarettiani. La inserisce Massimo Habib, curatore della rubrica "Poiesis". La sorpresa è totale e piacevolissima: non conoscevo la rivista, non conoscevo il curatore, non sapevo che loro mi conoscessero. Ringrazio tutti, anche Giovanni Turra che me l'ha segnalato.

2 comments:

Anonymous said...

bene! probabilmente, avendo io studiato in quella scuola, ho inviato al curatore i dati del tuo blog o altri riferimenti dove poi han trovato la poesia. Probabilmente, siccome la mia memoria vacila, non me ne ricordo nemmeno. Li vedrò domenica prossima e li inviterò a diffondere il libro. Ciao! GTZ

golfedombre said...

grazie Giò. vediamo ora di farti fare bella figura il 23 novembre, alla coop Insieme :-)

ciao